Ovunque proteggi, ogni padre, ogni madre e ogni bambino

E ovunque proteggi ogni padre ed ogni madre

che la notte, qualunque notte, stanchi, sfiniti, afflitti, hanno ancora la forza di prendere un libro, accendere una piccola luce, sistemare un orsacchiotto, rimboccare una coperta e leggere dolcemente la solita fiaba, perché solo quella lui vuole sentire ogni sera, per sentire, ancora una volta, l'amore attraverso un libro

E infine ovunque proteggi loro, i bambini, dalla nostra incapacità di farli vivere in un mondo migliore, dalla nostra colpa di non avergli regalato quella lettura, dalle notti senza sonno, dai giorni senza bellezza e senza il conforto di una storia letta o raccontata.

(dal reading musicale tenuto a Sassari in occasione della giornata del libro e della lettura)